IL PROGETTO

“Research to Care Onco-hematology Editon” nasce con lo scopo di valorizzare la ricerca e l’innovazione in onco-ematologia, con particolare riferimento al mieloma multiplo. Il bando sostiene progetti di ricerca scientifica e di trasferimento tecnologico, riservando un’attenzione particolare a ricerche innovative sia nel campo della ricerca di base che della ricerca applicativa, che abbiano come elemento distintivo la centralità del paziente e la sua assistenza.

IL BANDO

Il bando è rivolto a Università, Ospedali, Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS), o altri enti di ricerca, pubblici o privati, con sede nel territorio italiano.

Per la realizzazione del bando, Sanofi – tramite la propria divisione specialty care Sanofi Genzyme – mette a disposizione un importo massimo complessivo pari a € 100.000,00.

Una commissione giudicatrice (Giuria) identificherà 2 progetti vincitori, entrambi nell’area del mieloma multiplo, ma rispondenti a tematiche diverse fra quelle oggetto del bando, che verranno finanziati con un importo massimo di € 50.000,00 ciascuno. Il presidente di Giuria avrà la possibilità di selezionare fino a 2 progetti tra quelli non risultati vincitori a cui assegnerà una menzione speciale che prevederà un riconoscimento simbolico di € 5.000 all’ente di appartenenza di chi ha proposto il progetto di ricerca.

Le tematiche di interesse sono:

  • Identificazione di nuovi target per il trattamento del mieloma multiplo
  • Studio dei meccanismi di resistenza/cross resistenza delle cellule di mieloma multiplo ai farmaci immunoterapici esistenti
  • Mieloma multiplo e pandemia da Covid-19
  • Organizzazione ospedale-territorio dell’assistenza dei pazienti con mieloma multiplo: approccio multidisciplinare clinico / farmaco-economico.

LE FASI

Per poter sottoporre un progetto è necessario innanzitutto registrarsi e scaricare la documentazione richiesta. La registrazione sarà disponibile da fine ottobre 2021.

Da fine novembre 2021 sarà, invece, possibile inserire la candidatura direttamente attraverso l’apposito modulo di candidatura. Le candidature, complete di tutte le informazioni richieste, devono pervenire entro le ore 24:00 del 7 febbraio 2022, esclusivamente attraverso il modulo.

Di ciascun progetto ricevuto saranno valutate la completezza della documentazione,
l’attinenza alle tematiche del bando, l’assenza di un precedente finanziamento per lo stesso progetto da parte di Sanofi Genzyme e l’ammissibilità dell’ente richiedente.

Alla chiusura del bando, tutti i progetti che risulteranno ammissibili, saranno sottoposti, in forma anonima, alla valutazione di merito da parte della Giuria.

Una volta completata tale valutazione, l’elenco dei progetti vincitori sarà pubblicato sul sito www.researchtocare.it, indicativamente entro il mese di marzo 2022

CRITERI DI VALUTAZIONE

Al fine di garantire l’oggettività scientifica e l’imparzialità della valutazione, i progetti verranno esaminati da una Giuria di esperti. 

Ciascun giurato valuterà i progetti pervenuti e assegnerà un punteggio tra 1 (minimo) e 10 (massimo) per ciascuno dei seguenti criteri: 

  1. rilevanza scientifica e/o clinica
  2. innovatività
  3. fattibilità del progetto
  4. potenziale trasferibilità dei risultati attesi nella pratica clinica e potenziali ricadute positive per il paziente, i caregivers e/o il sistema salute.


I 2 progetti che avranno ottenuto il punteggio maggiore per ciascuna area tematica (e comunque non meno di 8 progetti in totale, sempre in base alla graduatoria di punteggio ottenuto nelle singole tematiche, qualora non venissero candidati progetti per una o più tematiche del bando) verranno poi valutati anche dal Presidente di giuria, utilizzando i medesimi criteri di valutazione, e il suo voto verrà sommato a quello precedentemente espresso dai giurati. 

La graduatoria complessiva così risultante consentirà di identificare i 2 progetti vincitori, a cui sarà assegnato il contributo di ricerca. 

La Giuria selezionerà i progetti di ricerca a proprio insindacabile giudizio.

In caso di ex aequo tra due o più progetti, sarà il Presidente di giuria a stabilire il vincitore.